Bandi della Fondazione

BANDO PER LA PRESENTAZIONE DI RICHIESTE DI CONTRIBUTO PER L’ANNO 2022 NEL SETTORE “VOLONTARIATO, FILANTROPIA E BENEFICIENZA” PER INTERVENTI DI CONTRASTO ALLA POVERTA’

IMPORTO A DISPOSIZIONE € 50.000

Elenco dei beneficiari

Nell’ambito della propria attività istituzionale, relativa all’anno 2022, la Fondazione Cassa di Risparmio di Jesi promuove un bando per la presentazione di richieste di contributi a favore di progetti ed iniziative aventi una qualificata valenza sociale, con particolare riguardo ai benefici per la collettività ed in osservanza delle proprie norme statutarie.

  1. OBIETTIVI DEL BANDO

Finalità generale del bando è quella di ridurre l’incidenza che i vincoli economici ed il disagio derivante da reddito insufficiente e da altre condizioni di fragilità possono esercitare sulla qualità della vita.

Il presente bando mira a finanziare iniziative per il contrasto della povertà, con interventi diretti a supporto dei bisogni primari di famiglie e soggetti presenti sul territorio di competenza della Fondazione, tramite l’acquisto di prodotti di prima necessità (alimenti, vestiario, igiene, materiale scolastico) e al pagamento di utenze (acqua, gas, luce).


BANDO PER LA PRESENTAZIONE DI RICHIESTE DI CONTRIBUTO PER L’ANNO 2022 NEL SETTORE “ARTE, ATTIVITA’ E BENI CULTURALI” PER INTERVENTI DI RESTAURO OPERE

IMPORTO A DISPOSIZIONE € 20.000

Nell’ambito della propria attività istituzionale, relativa all’anno 2022, la Fondazione Cassa di Risparmio di Jesi promuove un bando per la presentazione di richieste di contributi a favore di progetti ed iniziative aventi una qualificata valenza culturale, con particolare riguardo ai benefici per la collettività ed in osservanza delle proprie norme statutarie.

  1. OBIETTIVI DEL BANDO

Il presente bando intende perseguire i seguenti obiettivi:

tutela e valorizzazione di beni storico-artistici presenti sul territorio, incentivandone la conoscenza e la fruizione, con specifica attenzione alle iniziative in ambito di interventi di restauro e valorizzazione di beni mobili di particolare rilevanza storico-artistica.

Al termine del restauro, ove possibile, l’opera rimarrà in comodato gratuito presso le Sale Museali di Palazzo Bisaccioni per un periodo di tre anni. Decorso tale termine, l’opera verrà restituita all’Ente proprietario.