La nostra mission

Da oltre 25 anni Fondazione è impegnata nel sostegno, la promozione di progetti di utilità sociale legati ad arte e cultura e agisce in base al principio di sussidiarietà, che prevede non di sostituirsi, ma di affiancare le organizzazioni della società civile che operano per il bene pubblico. A questo scopo sono stati ristrutturati e aperti i locali a quanti vorranno utilizzarli per riunioni, incontri, coworking, seminari, convegni, mostre, con l’intento che la nostra sede cittadina, Palazzo Bisaccioni, diventi un punto di riferimento culturale per l’intero territorio.

L’impegno principale della Fondazione è indirizzato all’organizzazione di iniziative culturali all’interno degli spazi di cui dispone: dalle attività museali ed espositive (in forma permanente o temporanea) agli appuntamenti  culturali,  a convegni e seminari, ai laboratori didattici di tipo divulgativo oltre alla produzione di materiali multimediali di contenuto artistico e culturale a sostegno della  promozione turistica.

Nel pianificare la propria strategia d’intervento, la Fondazione tende ad  anticipare i bisogni della comunità prestando attenzione alle proposte idee che arrivano dal territorio, sostenendo concretamente  i progetti più innovativi per favorire lo sviluppo e la diffusione di iniziative  di successo.

La Fondazione deve essere percepita come luogo in cui le idee possano incontrarsi, svilupparsi

e diventare progetti concreti.

Palazzo Bisaccioni, sede dell’Istituzione, ospita tutto l’anno mostre, convegni, riunioni,  incontri, coworking, seminari, conferenze, mostre, con l’intento che la nostra sede cittadina diventi un punto di riferimento culturale per l’intero territorio.

Attività questa che non sostituisce l’originario ruolo della Fondazione sul territorio, cioè il sostenere i progetti nei settori Settore Volontariato, Filantropia e Beneficenza; Settore Arte, Attività e Beni culturali ed Educazione, istruzione e formazione, attraverso l’erogazione di contributi tramite bandi.


La Fondazione Cassa di Risparmio di Jesi, di origine associativa, è stata istituita con decreto del Ministero del Tesoro del 25 marzo 1992 ed è la continuazione ideale della Cassa di Risparmio di Jesi, istituita nel 1844 da una Società di private persone, approvata con Rescritto Pontificio in data 27 maggio 1844, riconosciuta come Ente Morale con regio decreto 4 aprile 1861.

A seguito della riforma introdotta con la legge Amato nell’aprile 1992, avviene la separazione tra l’attività creditizia, affidata alla Cassa di Risparmio di Jesi spa, e quelle filantropiche, assegnate alla Fondazione. La Fondazione è una persona giuridica privata ed è dotata di piena autonomia statutaria e gestionale. Non ha fini di lucro, persegue esclusivamente scopi di utilità sociale e culturale.

Nel perseguire le finalità di cui sopra la Fondazione indirizza la propria attività nell’educazione, istruzione e formazione, salute pubblica, medicina preventiva e riabilitativa, assistenza agli anziani, all’arte, attività e beni culturali, volontariato, filantropia e beneficenza con preminente riferimento al territorio di Jesi e dei Comuni della Vallesina e di Senigallia e dei Comuni del Misa.