Immigrazione ed integrazione

15253620_1503704069644561_4099062952242615229_n-1

 

 

 

 

 

Farhad Bitani, classe 1986, ex-capitano dell’esercito afghano. È nato e cresciuto immerso nella guerra. Durante la sua infanzia ha vissuto la guerra da vincitore, perché suo padre era uno dei generali che hanno sconfitto il potere sovietico; più tardi ha vissuto la guerra da perseguitato, perché suo padre era nemico dei talebani, che detenevano il potere.

In seguito ha vissuto la guerra da militare, combattendo egli stesso contro i talebani. Ha compiuto i suoi studi in Italia, in Accademia e alla Scuola di Applicazione, poi in un giorno di vacanza del 2011, è accaduto un fatto che ha cambiato la sua vita. Ha lasciato le armi, si è trasferito definitivamente in Italia come rifugiato politico e ha deciso di spendere la propria vita per costruire la pace.

 

Guarda la video intervista su RaiDue 

Un nuovo impulso imprenditoriale: strategia e credito

La Fondazione Cassa di Risparmio di Jesi insieme al Corriere Adriatico organizza il convegno

Un nuovo impulso imprenditoriale:
strategia e credito

giovedì 1 dicembre 2016 alle ore 17.00

Le aziende e le organizzazioni affrontano nuove condizioni di mercato e sono spesso alla ricerca di soluzioni per ottimizzare il business e ottenere credito. Questa è una occasione unica per approfondire temi centrali nell’economia e nell’imprenditoria oltre che scambiare esperienze con i relatori e con gli imprenditori presenti.

Intervengono:
l’ing. Gianluca Calvani – esperto in organizzazione e sviluppo commerciale
il dott. Fabio Biondi – presidente Diatech Pharmacogenetics S.r.l.
il dott. Andrea Prandini – direzione territoriale Ubi Banca Spa
con la conduzione giornalistica del dott. Andrea Taffi – capo redattore del Corriere Adriatico.

Il viaggio dell’eroe – scrivere la propria impresa

 

 

“Il viaggio dell’eroe – scrivere la propria impresa”
Ma davvero artista ed imprenditore sono soggetti così lontani tra loro?

prossimo appuntamento della seconda serie degli “Incontri in Fondazione”
giovedì 17 novembre 2016 alle ore 18.00
a cura della Dott.ssa Alessia Tripaldi, Formatrice.

Chi è Alessia Tripaldi – Laureata in Scienze Politiche con una tesi in Teorie e Tecniche del Linguaggio Cinematografico, segue il cinema specializzandosi come sceneggiatrice presso l’XI Corso di Formazione e Perfezionamento per Sceneggiatori di RAI FICTION (Roma). Da sociologa porta avanti una ricerca sul pensiero creativo e sulla commistione tra creatività, arte e lavoro, dalla quale nasce un percorso formativo destinato alle imprese a ai professionisti della creatività basato sulle tecniche di pensiero laterale e sulle strutture narrative. È formatrice certificata dalla Regione Marche.

 

Scrivere la propria impresa è un workshop pratico e interattivo finalizzato a coinvolgere gli imprenditori in un’esperienza creativa con il duplice obiettivo di offrire un nuovo strumento di lavoro avvicinando al contempo il mondo

dell’impresa a quello della creatività.
Il workshop guida i partecipanti nella trasformazione del proprio percorso di impresa in una storia attraverso la tecnica di storytelling del “viaggio dell’eroe”, per scoprire la creatività nascosta dietro il mestiere dell’imprenditore, ripercorrere il passato e gettare le basi per il futuro.

 

Lean Thinking

 

leanlogo

 

“Lean Thinking o Pensiero Snello”

venerdì 14 ottobre 2016 alle ore 18.00
a cura della Dott.ssa Antonella Cipollone, Senior Consultant di CONSIDI.

La Dott.ssa Antonella Cipollone dal 2009 conduce progetti di riorganizzazione aziendale, in ambito manufacturing e office, accompagnando nel percorso formativo e di trasformazione Lean aziende di diversi settori, tra i quali elettronico, meccanico, macchine e impianti, chimico, petrolchimico, cartotecnico, arredamento, automotive, food, moda e sanità.
Il termine Lean Thinking (Pensiero Snello) è stato ideato nel 1992 dai ricercatori del MIT Womack e Jones, nel loro best-seller “La Macchina che ha cambiato il mondo”, in cui illustrano il sistema di produzione che ha permesso all’azienda giapponese Toyota di ottenere risultati nettamente superiori a tutti i concorrenti nel mondo. Da allora migliaia di organizzazioni eccellenti nel mondo hanno adottato il modello lean, nell’industria come nei servizi, in quanto applicabile a tutti i processi operativi, quindi non solo strettamente produttivi, ma anche logistici, amministrativi, o di progettazione e sviluppo prodotto.
Il Lean Thinking è un insieme di principi, metodi e tecniche per la gestione dei processi, che mira ad aumentare il valore percepito dal cliente e a ridurre sistematicamente gli sprechi. Questo è possibile solo con il coinvolgimento di persone motivate al miglioramento continuo. L’obiettivo è “fare sempre di più con sempre di meno”.
Ma l’esperienza Toyota e anni di applicazioni ci hanno insegnato che Lean Thinking è uno stile di vita prima ancora di essere una disciplina organizzativa. Lean significa “far crescere le persone affinché imparino l’arte di far bene le cose”.

Ingresso libero

Incontro con Giulia Mafai

MAFAI 3

 

Giulia Mafai racconta…

Il 9 settembre una gremita sala convegni di Palazzo Bisaccioni ha ripercorso le tappe della Scuola Romana dagli anni ’30 al ’50, attraverso gli affascinanti racconti di Giulia Mafai, terzogenita di Mario Mafai e Antonietta Raphael, e grazie anche ai preziosi interventi dell’artista Mario Sasso, testimone dell’atmosfera del periodo.

 

 

Nell’ambito della mostra: “La Scuola Romana, da Via Cavour agli anni ’50”, visitabile presso Palazzo Bisaccioni fino al 25 settembre, la Fondazione Cassa di Risparmio di Jesi ospiterà, Venerdì 9 settembre alle ore 18,00, Giulia Mafai terzogenita di Mario Mafai e Antonietta Raphael. Ci condurrà in un viaggio all’interno della Scuola di Via Cavour facendoci conoscere i fatti e gli artisti che ne hanno composto la storia.

Interverrà l’artista Mario Sasso, anche lui testimone attivo della corrente romana

Un estratto dell'incontro con Giulia Mafai

Inaugurazione mostra la Scuola Romana

Il 24 giugno 2016 è stata inaugurata la mostra “La Scuola Romana. Da Via Cavour agli anni ‘50” che rimarrà aperta fino al 25 settembre 2016.
Il Segretario Generale, Dott. Mauro Tarantino, ed il Presidente, Alfio Bassotti, hanno brevemente illustrato l’iniziativa ai numerosi presenti – autorità locali ed ospiti – ringraziando i vari collaboratori, tra i quali la Fondazione Carima ed il curatore Giancarlo Bassotti, per aver reso possibile la realizzazione della mostra che ospita numerose opere realizzate da artisti quali Scipione, Mafai, Raphael, Fazzini, Cagli, De Chirico, Guttuso…
Molto apprezzato l’intervento del Prof. Roberto Cresti, curatore del testo critico del prezioso catalogo che arricchisce e documenta l’evento.
La Galleria “2G” di Jesi ha parallelamente allestito un omaggio alla Scuola Romana ad opera dell’artista locale Danilo Santinelli.
L’evento gode del patrocinio del Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo e della Regione Marche.

?
?

buona 3

buona 4

buona 7

 

Bail-in: Chi paga il conto?

 

MANIFESTO 70x100 (2)

 

Bail-in: Chi paga il conto? Rischi finanziari nel 2016 per il sistema economico e bancario: cosa cambia e come difendersi”. Al convegno è intervenuto il Dott. Roberto Boccanera, consulente finanziario internazionale. L’argomento è da tempo al centro del confronto tra la cittadinanza e l’incontro è stato promosso proprio al fine di fornire informazioni precise e offrire la possibilità di un dibattito”

 

????

????